Montascale non funzionante a Parabiago: professore nei guai

Il montascale rotto alla stazione della linea suburbana S5 di Parabiago, ha costretto un professore a cambiare stazione pur di arrivare a lavoro

Maurizio Fratea, psicoanalista e docente di Scienze Umane, è stato chiamato per una supplenza presso il Liceo Scientifico Statale Claudio Cavalleri C.O sito a Parabiago, in provincia di Milano. Per arrivare a destinazione il professore, residente in Brianza, è costretto a prendere ogni giorno la linea suburbana S5 collega Varese a Treviglio, passando per Milano Certosa, Milano Porta Garibaldi e tutto il Passante Ferroviario.

Purtroppo andare al lavoro con i mezzi pubblici è un’odissea. Figurarsi per un uomo che deve fare i conti quotidianamente con le barriere architettoniche. Prendere provvedimenti e assicurarsi una risoluzione tempestiva di eventuali problematiche potrebbe non bastare ed è così che Maurizio Fratea descrive la sua personale battaglia: “Avevo chiamato Trenord per avere conferma che nella stazione di Parabiago fosse presente un montascale. Il montascale effettivamente è presente, ma estremamente usurato, in condizioni di scarsa manutenzione e non utilizzabile”. Tutto inutile insomma tanto che il professore è arrivato sul posto di lavoro con ben un’ora e mezzo di ritardo.

professore bloccato a causa di montascale rotto a parabiago

Il motivo di tanto disagio? Non solo un montascale non utilizzabile ma anche l’assenza di valide alternative tanto che il professore non solo si è trovato costretto, all’andata, ad allungare il suo tragitto con Trenord fino a Busto Arstizio per poter usare uno dei pochi montascale funzionanti in zona che gli ha permesso di tornare verso Parabiago dove ha dovuto però fare i conti con un dislivello di tale entità a tal punto da costringerlo a chiedere aiuto ad alcune persone ma ha anche dovuto recarsi sino alla fermata di Rho Fiera, questo durante il tragitto del ritorno, per poter prendere in tutta autonomia il treno che lo avrebbe riportato a casa.

Un’esperienza, quella vissuta dal professore Maurizio Fratea che gli ha fatto comprendere quanto sia importante aprire gli occhi di fronte alle difficoltà e, di conseguenza, non arrendersi mai: “Ringrazio sarcasticamente questa supplenza (per quanto riguarda il tema trasporti) perchè è importante per me trarre qualcosa di positivo da una situazione negativa: sollevare il problema è importante affinché sia risolto”.