Montascale per disabili: guida alla scelta

Il montascale rappresenta una delle risposte più efficaci alla richiesta di autonomia di chi è costretto su una sedia a rotelle o per motivi diversi ha difficoltà di deambulazione, nella maggior parte dei casi anziani o disabili. Anche pochi gradini, in alcuni casi, costituiscono un serio impedimento alla libertà di movimento che si auspica almeno in casa propria.

Se poi la casa si articola su più piani, superare le scale diventa una priorità assoluta per poter vivere a pieno la propria abitazione. Per non parlare poi delle barriere architettoniche nei luoghi pubblici: se in spregio alle leggi in materia non si provvede a dotare uffici, musei e quant’altro di strumenti efficaci per l’accessibilità, disabili e anziani restano esclusi anche da servizi essenziali.

Chi soffre di disabilità motorie o per incidenti o per età non è in grado di superare scale o gradini, ha il diritto e la necessità di ritrovare una dimensione di personale indipendenza, migliorare la propria qualità della vita, e perchè no, sentirsi rinfrancato nella possibilità di salire e scendere scale senza sforzo, senza essere di peso a nessuno, di poter vivere agevolmente la propria abitazione.

Montascale per disabili: soluzione al problema scale

Grazie ai montascale, o servoscala che dir si voglia, sarà possibile per chiunque recuperare autonomia e libertà di movimento. I montascale sono infatti impianti realizzati appositamente per il sollevamento di persone impossibilitate a salire autonomamente le scale o a superare ostacoli, e rispondono quindi alle esigenze di mobilità di persone con difficoltà motorie.

Data l’estrema varietà di modelli e tipologie presenti sul mercato, è il caso forse di focalizzare l’attenzione su quei montascale più indicati per la categoria di utenza di cui stiamo parlando in questo articolo: i disabili. Nella maggior parte dei casi i disabili che necessitano di un montascale utilizzano una sedia a rotelle.

Per loro la scelta più indicata è il servoscala a pedana (o a piattaforma), se si opta per una soluzione fissa, o il montascale a cingoli, se si preferisce una soluzione mobile. Il primo consiste in una piattaforma a bordo della quale il disabile su carrozzina può salire o scendere le scale autonomamente. Il secondo consiste invece in una soluzione mobile, che non richiede installazione ma richiede la presenza di un accompagnatore. Vediamo nel dettaglio

Servoscala a pedana o a piattaforma

Questa tipologia di montascale prevede una vera e propria installazione. E’ quindi fortemente sconsigliato il fai da te, per questioni di sicurezza, tanto quanto necessaria è l’opera di un tecnico professionista. Noi di Montascaleamico.it vi forniamo per ogni provincia italiana l’elenco completo delle ditte e dei professionisti in grado di installare un montascale a casa vostra.

I servoscala a pedana consistono in quattro elementi fondamentali: una guida, una spalliera, un motore, una piattaforma. La piattaforma è una pedana che ospita il disabile in carrozzina, e, fissata alla spalliera, scorre lungo la guida trainata da un motore interno o esterno (dipende da marche e modelli di servoscala a pedana). Per guida intendiamo una struttura tubolare unica o doppia, dall’aspetto simile ad un corrimano, ma più bassa, lungo il cui percorso si muoverà il montascale.

caratteristiche del servoscala a pedana

Il funzionamento è molto semplice. Una volta saliti a bordo della piattaforma con la carrozzina, si sollevano delle bandelle laterali e si abbassano due braccia meccaniche (entrambi per garantire protezione al passeggero). A bordo è presente una semplicissima pulsantiera attraverso la quale il passeggero indicherà la direzione di viaggio desiderata, o lo stop.

Oltre alla pulsantiera a bordo esistono comandi al piano, per richiamare la piattaforma al piano desiderato. In alcuni casi vengono forniti anche dei veri e propri telecomandi a mano, con la stessa funzione di quelli al piano. In ogni caso ogni dettaglio del montascale è pensato per venire incontro il più possibile a chi soffre di ridotta mobilità. La semplicità di utilizzo risulta pertanto fondamentale.

Semplicità necessaria anche in considerazione del fatto che questo tipo di installazioni garantisce piena autonomia a chi utilizza una sedia a rotelle per muoversi. Il montascale a pedana non richiede infatti la presenza di un accompagnatore. Garantisce confort e sicurezza fino a pendenze di 30°, con carichi fino a 300 Kg. Il carico massimo diminuisce man mano che la pendenza aumenta. Ogni modello comunque prevede numeri precisi, che potrete consultare nell’elenco completo di modelli di servoscala a pedana distribuiti in Italia.

Montascale a cingoli

Il montascale a cingoli rientra tra i montascale mobili, perchè non richiede alcuna installazione. Consiste in un cingolato motorizzato in grado di agganciare a sè la carrozzina e trasportarla lungo le scale, in entrambe le direzioni. Richiede la presenza di un accompagnatore che muoverà il mezzo, guidandolo senza sforzi grazie ad un manubrio.

caratteristiche del montascale cingolato

Sono particolarmente indicati per scale non troppo strette, e nel caso in cui debbano essere utilizzati attraverso più piani, è bene controllare le dimensioni minime previste dai modelli per consentire la sterzata sul pianerottolo. I montascale a cingoli salgono e scendono le scale regolando gradualmente l’altezza dei propri cingoli su quella degli scalini, in maniera che il percorso risulti al passeggero quanto più possibile privo di scossoni.

Questo tipo di ausili per disabili può essere richiesto alle Asl in comodato d’uso gratuito, a patto che si dimostri tramite apposita modulistica e visita specialistica di possedere i requisiti necessari ad usufruire del servizio.

Altri tipi di montascale

Il ventaglio di montascale disponibili in commercio non si esaurisce certo con i servoscala a pedana e i montascale cingolati. Esiste il diffusissimo montascale a poltroncina, utilizzato nella maggior parte dalle persone anziane, che permette di spostarsi da un piano all’altro comodamente seduti su una confortevole poltroncina. Va da sè che per utilizzare in autonomia questo tipo di montascale è necessario essere in grado di raggiungere la sedia e sedervicisi.

altri tipi di montascale

Altro tipo di montascale, questa volta mobile, è il montascale a ruote. Essendo un ausilio mobile, richiede la presenza di qualcuno che guidi l’attrezzo. A differenza del montascale a cingoli, il montascale a ruote non può caricare la carrozzina, ma solo il passeggero, che si accomoderà su una sorta di sedia su ruote. Le ruote si adattano ai gradini, consentendo salite e discese prive di grandi scossoni. Indispensabile per scale molto strette, ripide, o su pianerottoli che consentono un esiguo margine di manovra.

Dove e come usare un montascale

Quando parliamo di installazione, parliamo di montascale fissi, e quindi montascale a poltroncina o servoscala a pedana. I montascale mobili possono essere utilizzati su qualunque tipo di scala, anche se i montascale a cingoli sono più indicati per trasportare carrozzine su scale più ampie e regolari, mentre quelli a ruote si rendono indispensabili su scale più strette e impervie (comprese quelle a chiocciola).

come funziona un montascale

I montascale che richiedono un’installazione stabile, quelli a poltroncina o a piattaforma, possono essere a loro volta impiegati in qualunque edificio, su qualunque tipo di scala, in abitazioni indipendenti, nei condomini, in villette a più piani, ma anche nei luoghi di lavoro, di aggregazione, in edifici pubblici, scuole, negozi, uffici e centri commerciali, biblioteche, presidi sanitari, ambienti interni, ambienti esterni (salmastri o montani).

L’installazione avviene in poche ore (alla peggio nel giro comunque di una giornata). Solitamente non sono necessarie opere di muratura, nè c’è bisogno di chiamare piastrellisti, elettricisti e quant’altro dopo un’installazione. Indispensabile, invece, il sopralluogo del tecnico o della ditta incaricata, per prendere le misure di scale e gradini. La guida infatti verrà preparata in laboratorio sulla base delle misure prese, e si potrà procedere all’installazione solo quando tutti i moduli della guida saranno pronti.

I montascale sono sicuri?

La maggior parte dei montascale per anziani o disabili offrono ampie garanzie in termini di sicurezza, settore nel quale ormai ogni marca non può fare a meno di eccellere. Fanno parte di questa categoria le barre di sicurezza a comparsa e scomparsa, per garantire la stabilità all’interno della piattaforma, dispositivi anti-schiacciamento, anti-urto, anti-cesoiamento, per arrestarsi in caso di ostacoli, sensori di rilevamento ostacoli.

la sicurezza nei montascale

Tutti i servoscala fissi sono inoltre dotati di sistema anti-blackout, che consente al montascale di utilizzare una carica residua permanente di elettricità per raggiungere il piano più vicino, nel caso in cui manchi la corrente nell’edificio. Grazie a questo sistema nessun anziano o disabile rimarrà mai bloccato in mezzo alle scale, senza possibilità di muoversi.

La migliore garanzia di sicurezza, comunque, resta la manutenzione. Alcune ditte offrono pacchetti di acquisto che comprendono la manutenzione ordinaria. In caso contrario, bisognerà ricordarsi di chiamare periodicamente un tecnico per verificare il corretto funzionamento del montascale, ed evitare così i danni fisiologici causati dal tempo e dall’usura. Controlli regolari dovrebbero avvenire due volte all’anno.

Quanto costa un montascale per disabili?

I montascale più indicati per chi si sposta in carrozzina sono senza dubbio il montascale a piattaforma (fisso), e il montascale a cingoli (mobile). Si tratta di due ausili del tutto differenti, e del tutto differente risulterà il prezzo dei montascale. Nel primo caso ad influire sul prezzo saranno ovviamente marca e modello, ma anche e soprattutto la specificità dell’ambiente nel quale andrà effettuata l’installazione. Per ambiente intendiamo scale esterne o interne, dritte o curve, con o senza pianerottoli, a una o più rampe, a chiocciola e quant’altro.

quanto costa un montascale per disabili

Nel caso dei montascale a cingoli, invece, a determinare il prezzo, oltre alla marca e ai modelli, solitamente influiscono soprattutto le opzioni messe a disposizione dal costruttore. Nella maggior parte dei casi si tratta di accessori in grado di adattare il montascale cingolato a qualsiasi carrozzina (prolunghe, pattini, rampe, bracci telescopici per agganci regolabili, ecc).

I tecnici o le ditte alle quali vi sarete rivolti per l’acquisto o l’installazione del vostro montascale quasi sicuramente vi sapranno guidare nei passi essenziali per ottenere finanziamenti statali o regionali, sgravi fiscali, detrazioni irpef, e tutto quanto occorre per risparmiare sul prezzo utilizzando le leggi in materia di agevolazioni per la mobilità di anziani e disabili. Se preferite non aspettare le indicazioni di terzi, vi invitiamo a consultare la nostra guida sui finanziamenti e sulle agevolazioni nei prezzi dei montascale, in maniera che possiate verificare di possedere o meno i requisiti previsti dalla legge.